"Di domenica, il mondo esiste un pò meno" François Bon . Ⓜⓐⓡⓔⓝⓞⓢⓣⓡⓤⓜ①① . WHATSAPP +39 3889878044 TELEGRAM https://t.me/marenostrum11 APP on "Play Store" Marenostrum11 Blog marenostrum11.blogspot.it Facebook facebook.com/marenostrum11 Youtube youtube.com/user/MarenostrumUndici Mail marenostrum11@tiscali.it THE SEA AND ITS POETRY!!! 😊 #soverato #italy #calabriadaamare #catanzaro #volgocalabria #marenostrum11 #calabria_bestsunset #calabria_super_pics #verso_sud #igersitalia #ilovecalabria #landscapes_calabria #igerscalabria #bestcalabriapics #italia_bestsunset #ig_italy #yallerscalabria #versosud #calabriaorizzonti #sud_super_pics #loves_united_calabria #world_bestsunset #world_shotz #pov_italy #shotz_of_calabria #calabriabestsunset #likes_calabria #destinationitalia #thehub_calabria #amepiaceilsud
0 0
Conoscete la storia di Marechiaro? Leggetelo è diteci se vi piace 🌞❤️ 🔹 🔔❗Curiosità amepiaceilsud ❗ Marechiaro è un piccolo borgo che si trova nel quartiere Posillipo a Napoli. Da Marechiaro inoltre si può ammirare la vista panoramica dell'intera città di Napoli, del Vesuvio, fino ad arrivare alla penisola sorrentina e all'isola di Capri. "Quanno spónta la luna a Marechiaro, pure li pisce nce fanno a ll’ammore… Se revòtano ll’onne de lu mare: pe’ la priézza cágnano culore… Quanno sponta la luna a Marechiaro. A Marechiaro ce sta na fenesta: la passiona mia ce tuzzuléa…" Salvatore di Giacomo, nel 1885, compose Marechiaro. Un componimento d’amore, pieno di trasporto, dedicato ad una donna di nome Carolina, ad ispirarlo l’incantevole borghetto napoletano ed una finestra con affaccio sul mare, che ancora oggi richiama forti emozioni. Leggendo i versi della poesia non è così difficile ritrovarsi, con la mente ed il cuore, sul luogo della narrazione. Certo, anche il lettore dovrà lasciarsi andare e viaggiare con la fantasia: il componimento ha, infatti, una forte azione evocativa. Salvatore di Giacomo descrive un amore incondizionato, quello dell’uomo per la bellezza della natura ed, allo stesso tempo, racconta di una donna. Il suo oggetto del desiderio è Carolina, che resta nascosta, quasi dormiente, dietro la finestra. Presente sul davanzale, nel lontano 1885, uno splendido garofano, anche lui complice della poesia e presente inevitabilmente nel componimento poetico. Poco dopo, nel 1886, grazie al maestro Paolo Tosti, quella poesia divenne musica, divenendo ancora più carica di senso. Una melodia delicata e, al contempo, passionale. Pare che Di Giacomo, non volesse che il suo poema fosse musicato. Secondo la leggenda, Tosti, per convincerlo, pagò lui la somma di una sterlina d’oro. Ancora oggi, sul davanzale della finestra, c’è sempre un garofano fresco. Al di sotto della finestra c’è, invece, una lapide celebrativa in marmo bianco con sopra incisa parte dello spartito della canzone e il nome del suo autore. Nel 1822, sulla spiaggetta di Marechiaro si tenne una solenne cerimonia ed al sorgere della luna fu scoperta la lapide.
79 3
Una corsa all'anello dal 1572 rivive nella sua seconda edizione! Villa Ecclesiae, Sortija, anno 2018. ❣️
24 1